L’ansia del vivere quotidiano ci porta all’estero

La mia è una generazione di precari. Dai 18 ai 38 anni, i giovani italiani, specie meridionali, sono costretti di nuovo ad emigrare e a lasciare le proprie terre per progettare il loro futuro! Impossibile programmare una vita senza l’ansia della sopravvivenza, impossibile azzardare l’idea di andar via di casa prendendo in affitto un piccolo appartamento. Per non parlare della possibilità – sempre negata – di poter accendere dei mutui bancari con un contratto di lavoro da precario. Insomma, qualcuno qui in Italia nel 2001/2002 ha deciso che la sacrosanta flessibilità nel mercato del lavoro dovesse essere per i giovani la loro “condanna a morte”. Altro che flessibilit qua ci troviamo di fronte al precariato più selvaggio che piace tanto ad alcuni imprenditori italiani senza scrupoli! Qualcuno ha deciso che il futuro delle giovani generazioni fosse portato via con la Legge 30, ha deciso di impoverire il nostro Paese, di renderlo un Paese instabile e senza prospettive, un Paese sempre più chiuso e senza sogni! Penso che sia giunto il momento di lavorare per l’abrogazione di questa terribile legge che ha precarizzato anche le menti migliori del nostro Paese: è l’ora di promuovere un referendum abrogativo di tale pasticcio per rimetter le mani con oculatezza e senso di responsabilità alla materia. Nessuno nega la flessibilità nel mercato del lavoro, ma ad essa va associata la cosiddetta flexsecurity, ossia il riconoscimento di un’indennità universale al giovane che perde il lavoro o che non l’ha mai visto nemmeno da lontano! Ciò è possibile con una seria riforma degli attuali ammortizzatori sociali, riforma libererebbe le necessarie risorse economiche a copertura della riforma. Bisogna alzare la voce e pretenderlo visto che manca ancora la volontà politica di agire in questa direzione. E’ il tempo di lavorare al cambiamento per dare chanches alle nuove generazioni!!!

Annunci

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: